Un luogo è giusto quando si trova nelle mani dei bambini

deserto

C’è un luogo, uno solo, in cui si aggirano i poeti e i folli,

solo lì i primi intuiscono il mondo, lo rammendano,

e i secondi atterriti rifiutano.

Tutto il giorno risuonano le orazioni

in cui oppongono il brillante monologo

del loro corpo all’ingenuo gioco

degli adulti e dei bambini.

In un mondo affollato,

parlano di polvere e deserto.

 

È stato quando sono arrivato che ho capito.

Fuori non ci sarebbe mai stato posto.

Da allora mi sono fatto spazio dentro le ossa.

Ogni tanto, lì dove abito, ancora appoggio

le dita della mani sulle costole.

Sono le grate della mia unica finestra.

 

Quando è inospitale, un luogo,

la prima cosa che ti ricorda,

è che non sei a casa tua.

Quello che non svela,

è che non lo sarà mai.

 

Un luogo si capisce subito quando è immorale,

basta osservare il prezzo del pane.

Il resto, prima o dopo, verrà da sé.

 

Un luogo è giusto quando si trova

nelle mani dei bambini.

 

Sandro Abruzzese

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...