Una volta mio nonno mi disse…

Masseria in Valle Ufita

Masseria in Valle Ufita

Una volta mio nonno mi disse di non giocare a pallone su quel muro,
poi la palla andò dritta nella finestra,
e io corsi per tutto il perimetro della casa per non farmi acchiappare.

Poi in estate mangiavamo l’uva bianca che faceva da pergolato sulla porta,
i gelsi vicino all’aia delle galline, il fienile col canelupo.

Sotto la loggia si prendeva il fresco ad agosto. Faceva caldo in Valle Ufita ad agosto.
A sinistra la stalla, e ogni volta che nasceva un vitellino io volevo vederlo,
tuttavia arrivavo sempre dopo…da adulto ho capito che non era casuale…avevano paura che mi impressionassi.

Ora il tetto della stalla ha ceduto, ma le persone che la abitavano hanno ceduto prima del tetto.

La casa ha resistito a due terremoti, del ’62 e dell’80.

E dovunque vada, me la porto dietro perchè il paese è nelle “mie ossa” e mi costituisce: io sono del paese, e il paese è mio. Non è una scelta, non è nè bene e nè male: è così…e basta!!

Queste righe emergono solo dalla lontananza, inevitabilmente figlie dei ricordi, e in una cerimonia laica, senza pastore, si sposano col granito delle parole di Cesare Pavese:

“…io ce l’avevo nella memoria tutto quanto, ero io stesso il mio paese: bastava che chiudessi gli occhi e mi raccogliessi, non più per dire “Conoscete quei quattro tetti?”, ma per sentire che il mio sangue, le mie ossa, il mio respiro, tutto era fatto di quella sostanza e oltre me e quella terra non esisteva nulla”.
“(…) sapevo ch’io venivo di là, che tutto ciò che di quella terra contava era chiuso nel mio corpo e nella mia coscienza.”

Sandro Supplentuccio Abruzzese
sandroabruzzese78@gmail.com
https://www.facebook.com/Raccontiviandanti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...